Come funziona il Programmatic Advertising – Il Glossario

Come funziona il Programmatic Advertising – Il Glossario

Un piccolo glossario dei termini chiave, per comprendere la catena del valore del programmatic advertising [Infografica]

L’advertising digitale è un mercato in costante evoluzione, trainato dalle nuove tecnologie e dal comportamento degli utenti. I brand affrontano nuove sfide cercando di distinguersi, raggiungendo i propri clienti e soddisfacendo le loro esigenze con contenuti sempre più di alta qualità. Le strategie dei brand nella ricerca dello strumento e del canale giusto sono fortemente influenzate dal modo in cui l’utente naviga, sempre più distratto e con poca pazienza, e dall’uso di dispositivi diversi. Questi comportamenti creano la necessità di un’innovazione tecnologica costante.

Il Programmatic Advertising nasce proprio come risposta a queste sfide: consiste nell’utilizzo di un software per la compravendita degli spazi pubblicitari. Quando si parla di Programmatic Advertising si parte dai dati: elaborati algoritmi analizzano continuamente i comportamenti online dei consumatori, estraendo una mole consistente di informazioni che permettono alle aziende di capire meglio i comportamenti degli utenti o le loro caratteristiche demografiche.

La più grande potenzialità del programmatic è mostrare il contenuto al momento giusto, nel contesto giusto, eliminando la necessità della negoziazione umana, più costosa e lenta. Inoltre, ciò permette di ottimizzare la campagna in tempo reale mostrando determinati contenuti solo a coloro che potenzialmente ed effettivamente sono più interessati agli stessi.

Riassumendo quindi, il programmatic buying (PB) è una modalità di acquisto di spazi pubblicitari online in tempo reale che si avvale dell’uso di piattaforme tecnologiche automatizzate che mettono in comunicazione buyer (agenzie e inserzionisti) e seller (concessionarie ed editori).

Glossario – La Catena del Valore del Programmatic Advertising

Per capire meglio come funziona il Programmatic Advertising, partiamo con un glossario di concetti chiave della sua catena del valore:

DSP (Demand-Side Platform)

“piattaforma lato domanda” – software utilizzato da aziende o centri media per acquistare spazi pubblicitari in modalità programmatica

SSP (Sell-Side Platform)

“piattaforma lato vendita” – software utilizzato dagli editori per vendere il proprio inventario di spazi pubblicitari

Trading Desk 

Aziende specializzate che affiancano l’advertiser o le agenzie nella gestione delle attività di programmatic advertising, offrendo solitamente una loro piattaforma connessa a ad exchanges/dsp (ad-stack)

Ad exchange

Tecnologie che creano digital marketplaces, permettendo alla domanda (i bid degli advertiser) e all’offerta (le impression dei publishers) di incontrarsi attraverso varie modalità di compravendita automatizzata degli spazi

Ad network

Aziende che rappresentano più siti Web e hanno rapporti con inserzionisti ed editori per vendere spazi pubblicitari sui siti Web

Ad server

Un insieme di hardware e software dedicato alla gestione delle inserzioni pubblicitarie su diversi siti, secondo parametri definiti.

Approfondisci le basi del Programmatic Advertising nel nostro glossario e continua a seguirci per scoprire le prossime infografiche dedicate ai nuovi termini.

Come funziona il Programmatic Advertising - Il Glossario di KKadX Condividi il Tweet

 

Infografica programmatic Glossario KKadX

Chiudi